Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 3830/21

VIES Newsletter

Gratuito / Prova ora

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 3830/21

Berlusconi alla convention di Forza Italia: “Deluso da Putin. A Bucha crimini di guerra. Spetta a Mosca far tacere le armi”

[ Leggi dalla fonte originale]

“Dopo 28 anni in cui abbiamo riscritto la storia politica dell’Italia e di un centrodestra che senza di noi non sarebbe mai esistito, questa per noi rappresenta una nuova discesa in campo. Siamo consapevoli che tutto questo è indispensabile e insostituibile per il futuro dell’Italia”. A dirlo è stato Silvio Berlusconi aprendo il suo discorso alla convention di Forza Italia a Roma. Un ritorno in presenza, da parte del Cavaliere, dopo 31 mesi di assenza dovuti alla pandemia e alle sue condizioni di salute. Accolto dalle bandiere sventolanti di Forza Italia e dall’inno “Meno male che Silvio c’è”, Berlusconi nel suo discorso ha condannato, dopo settimane di silenzio, Vladimir Putin e l’invasione russa dell’Ucraina. “Sono deluso e addolorato dalle decisioni di Putin – ha detto – a Bucha sono stati commessi crimini di guerra e la Russia non puà negarlo. Bisogna mettere fine alla brutalità della guerra e l’Italia deve lavorare perchè si arrivi a un compromesso accettabile da tutti”. E ha aggiunto: “La libertà dell’Ucraina deve essere garantita”.

Il Cavaliere poi ha citato un grande classico della sua stagione politica, “le persecuzioni giudiziarie” che però, ha chiarito “non ci hanno sconfitto. I numeri del partito non ci soddisfano, ma sono in ascesa e siamo qui più determinati che mai”. Ma qui dove? “Nel centrodestra, che senza Forza Italia non esiste”, ha precisato il leader azzurro.

La guerra in Ucraina

Parlando della guerra, Berlusconi ha detto: “Non sono riuscito a dare all’Europa una politica unica estera di difesa comune e oggi siamo di fronte a una aggressione senza precedenti contto un Paese che sta combattendo per la sua libertà”. Quindi, augurandosi la fine del conflitto, ha chiarito: “Noi auspichiamo che i rapporti fra Russia, Stati Uniti, Europa, tornino ad essere dialoganti. Ma spetta alla Russia adesso fare un passo nella giusta direzione, facendo tacere le armi. Il cessate il fuoco da parte della Russia è fondamentale e prioritario”.

I rincari

Parlando della crisi economica e energetica provocata dalle sanzioni contro la Russia, Berlusconi ha addebitato gli attuali problemi alle “scelte ideologiche che hanno portato alla rinuncia del nucleare, che hanno portato alla riduzione della produzione e della ricerca nazionale che hanno portato al blocco dei rigassificatori. Per questo – ha detto – non siamo in grado di rinunciare, almeno nell’immediato, alle forniture di gas russo, anche se questo deve essere il nostro obiettivo nei tempi giusti”. Ora, ha sottolineato, “bisogna evitare una nuova recessione” dovuta anche ai rincari delle materie prime. “I provvedimenti presi dal governo vanno nella direzione giusta, ma c’è ancora molto da fare per salvare il nostro futuro. Solo un governo credibile in Europa può chiedere al Bce di continuare a immettere sul mercato titoli di Stato. Noi abbiamo fiducia – ha concluso – nella capacità del nostro governo di lavorare per il futuro, ma il governo non può fare a meno di considerare le forze politiche e la necessità di una normale dialettica parlamentare”.

Dopo le spie arriva il fisco, Lega e FI contro il governo. La maggioranza implode

di
Emanuele Lauria

06 Aprile 2022

Le tasse e la riforma fiscale

Ma proprio parlando del rapporto con la maggioranza e l’esecutivo di Draghi, il leader di Forza Italia ha chiarito: “Non permetteremo mai a nessun governo, come non lo abbiamo mai consentito, di mettere le mani nelle tasche degli italiani. Noi non consentiremo mai a nessun governo di colpire la casa, che per noi è sacra, è il simbolo dell’unità e della continuità  della famiglia”. E ha proseguito: “Non consentiremo mai a nessun governo di colpire il risparmio, che è il frutto di una vita di lavoro, di sacrifici e di speranze. Quella di non penalizzare il settore immobiliare è un’esigenza economica ma anche morale, sociale e civile”.

Su Forza Italia il fuoco amico di Elio Vito: “Troppe ambiguità su Bucha. Basta attaccare Draghi sul fisco”

di
Giovanna Casadio

08 Aprile 2022

Il rapporto con gli alleati

Berlusconi, che ha saltato alcune parti del suo discorso perchè “troppo lungo”, ha sottolineato come “il rapporto con gli alleati” non sia venuto meno neanche quando “Fratelli d’Italia ha perso l’occasione, entrando nel governo, di essere partecipe del rilancio del Paese con le sue idee, con i suoi programmi, con le sue donne e con i suoi uomini”. E ha osservato: “Noi siamo diversi dai nostri amici ed alleati, ai quali ci lega un rapporto di lealtà, di stima, di condivisione che verifichiamo ogni giorno nel governare insieme molte regioni e molti comuni”.

Il Portale Web dell’informazione libera

VIES TV

L’articolo che hai letto è stato di tuo interesse?

Scopri gli articoli correlati e lascia un commento!

Contattaci per info e collaborazioni.

Tags

Condividi questo post:

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi restare aggiornato sulle ultime news e le nuove uscite della nostra Web TV?
Iscriviti alla nostra Newsletter, ti invieremo solo informazioni utili e di valore.

Iscriviti alla nostra Newsletter mensile

Ricevi notifiche e riepiloghi delle notizie del mese

Non ti invieremo mai nessuno spam,
solo contenuti utili e di valore.

Il portale web dell’informazione libera.